Scrivere mi rende felice

Viviamo in un mondo in cui tutto ciò che facciamo viene vagliato, giudicato, analizzato e ormai nulla è più privato. Passiamo le giornate attorniati da persone che hanno un opinione di noi basata sull’apparenza, ma non ci fermiamo mai a pensare cosa sta dietro ad un sorriso. I valori che insegnavano ai nostri genitori, non hanno più lo stesso peso e ci ritroviamo noi stessi a comportarci come se tutto fosse concesso, senza renderci conto che ogni giorno, le nostre azioni, o le nostre parole possono ferire qualcuno. Questo sistema è causa del nostro male. L’orgoglio, l’arroganza e l’ignoranza sono le cause del malcontento, sono i principali motivi per cui le persone non vivono bene.

Sinceramente sono stanca di star male, ammalarmi, di soffrire per quello che ogni giorno succede attorno a me e sono dell’opinione che nella vita si debba cercare di essere felici. L’unica cosa da fare per vivere bene è cercare di sfruttare tutto ciò che ci fa sorridere al cento per cento, in modo da mantenere il più possibile la sensazione di felicità all’interno del nostro cuore e della nostra mente.

A me piace scrivere, piace creare, piace viaggiare e per questo motivo, nel mio tempo libero, ho scelto di continuare a studiare, acculturarmi e dare sfogo alle mie passioni. Ho la necessità di evadere con la mente dai problemi di tutti giorni per far tornare il sorriso sul mio viso. Credo che ognuno di noi dovrebbe cercare di ricavarsi dello spazio per poter fare ciò che più gli piace, che sia un hobby, un viaggio, o anche solo stare steso su un divano a contemplare il soffitto. E se anche per voi scrivere può essere un evasione, fatelo!

Ho un progetto, personale, che mi dà la forza di andare avanti ogni giorno, e non voglio abbandonarlo perché mi rende felice. La mia serenità non dovrebbe infastidire nessuno, ma se fosse così, c’è una cosa molto semplice che potete fare: non leggere!

Questo blog è per chi, come me, è appassionato di viaggi, di design, e di cultura, e ha voglia di capire come fondere tutte queste cose. Adesso quindi, siccome non vi costa nulla, ma rende felice la mia persona, accomodatevi e leggete… Prossima tappa… Barcellona.

Ps: Vi domandate perché abbia utilizzato una maschera Maya come foto copertina? …

 

 

 

Posted by

Interior Designer, Operatrice del Turismo Culturale, Artista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *